Scegliere un regolabarba ideale, ecco come fare

Uno degli strumenti migliori per poter gestire al meglio la cura della barba e dell’aspetto fisico dell’uomo di conseguenza è il regolabarba. Accessorio che non può mancare nel rituale di bellezza di ogni uomo, permette di curare e di regolare alla perfezione la barba, i baffi ed il pezzetto. I regolabarba sono necessari per curare e per mantenere sempre ordinata la barba ed i baffi, ma ve ne sono di diverse tipologie, prezzo e caratteristiche tecniche. Si tratta di un accessorio che consente di risparmiare tempo e di avere una barba sempre impeccabile e presentabile: inoltre è abbastanza economico e ci sono modelli per tutte le tasche (ecco qui un sito di recensioni con un elenco dei migliori regolabarba in assoluto). 

Ma che modello di regolabarba scegliere per poter gestire al meglio la cura di questa parte del corpo? Ecco qualche consiglio che può tornare utile se si è indecisi. 

 Come scegliere un regolabarba perfetto: ecco alcuni consigli

 Fra i mille modelli di regolabarba che si possono trovare in commercio, è necessario scegliere guardando alle caratteristiche del prodotto. 

I regolabarba wet and dry sono dei modelli che possono essere usati anche sotto la doccia. Essendo impermeabili, sono perfetti per chi abbia fretta e per chi preferisca sistemare la barba quando è in doccia, permettono di risparmiare tempo. 

Bisogna tenere in considerazione anche le lama del regolabarba che possono essere fra loro molto diverse. I regolabarba con le lame in acciaio sono estremamente precisi ed efficaci nelle operazioni di taglio barba, ma richiedono una lubrificazione costante per mantenere alte le prestazioni. 

Invece le lame di titanio sono estremamente durature, quindi sono resistenti e un investimento che dura nel tempo, garantiscono una qualità del taglio eccellente ed una precisione impeccabile e inimitabile. La scelta delle lame implica un costo diverso del prodotto ma può rivelarsi un investimento vantaggioso e intelligente.

Scegliete il regolabarba anche a seconda del tipo di alimentazione, perché le batterie sono di diverso tipo. Ad esempio le batterie Ni-Mh sono abbastanza economiche però hanno dei lunghi tempi di ricarica, fino alle 15 ore. Le batterie più rapide e più costose sono anche quelle più prestanti, le Li-Ion, che garantiscono dei tempi di ricarica estremamente contenuti e quindi sono un buon investimento per un prodotto che duri più a lungo nel tempo e soprattutto che si carichi in tempo molto rapido (ideale per persone che viaggiano molto).